Blog

java wellness castel maggiore bologna peeling acidi

Non è un segreto il nostro amore per gli acidi e per i peeling chimici, gli unici in grado di curare davvero il viso. Il peeling con gli acidi infatti è uno dei nostri trattamenti preferiti!

 

Le cellule morte, le linee sottili, un pigro turnover cellulare, l’aumento dei livelli di idratazione generalmente impediscono alla pelle di apparire al meglio. Ecco perché la soluzione è passare ai peeling chimici: si adattano a tutti i tipi di pelle e sono perfetti da sfruttare anche prima di eventi speciali o per la cura quotidiana della pelle.

 

Siamo grandi sostenitrici degli acidi, ovviamente usati in modo corretto e sicuro. Niente paura però! anche se il termine può sembrare aggressivo, in realtà utilizzati regolarmente e in sicurezza forniscono un trattamento della pelle molto più profondo. Conferiscono alla pelle equilibrio e ringiovanimento.

 

I peeling che eseguiamo sono delicati ma efficaci. In alcuni casi, si tratta di capire il processo che la pelle deve attraversare per essere rigenerata e sostenuta in sicurezza anche nei giorni successivi. I risultati parlano da soli.

 

Li preferiamo agli scrub meccanici perché funzionano esportando delicatamente le cellule dalla superficie, sciogliendo i legami tra le cellule consentono un’esfoliazione uniforme e controllata, piuttosto che graffiare e irritare la superficie.

 

Che cosa sono gli Acidi?

Non parliamo di formulazioni per il rilassamento cutaneo, ma di livelli di PH specifici per una vera e propria trasformazione della pelle, soprattutto se combinati con altri prodotti per bilanciare l’intero processo. La chiave è sempre non esagerare e la regola è SPF ogni giorno tutto l’anno.

 

Livelli di PH

È possibile avere peeling del 40% con un livello di PH basso, il che significa che il loro impatto sarà minimo, oppure peeling del 20% con un PH più alto, aggressivi. La scala del PH va da 1 (acido) a 14 (alcalino). Il PH della pelle per esempio è 5.5, leggermente acido, per questo motivo il sapone, con il suo PH di 8-9 ha un effetto essicante. L’acqua ha un PH di circa 7, le salviette struccanti per il viso hanno un PH di circa 10, l’alcol ha un PH compreso tra 3 e 4.

Più basso è il PH, più profonda sarà la penetrazione del peeling.

 

Peeling Professionali

Ci sono peeling perfettamente sicuri ed efficaci da poter essere utilizzati senza una precedente preparazione della pelle. Spesso sono inclusi nei trattamenti viso come metodi efficaci per esfoliare e rinforzare la pelle. Sono ottimi per una veloce rinfrescata al viso prima di un evento speciale.

 

Il nostro consiglio è sempre quello di utilizzare un detergente delicato e nessun esfoliante a casa per almeno un paio di giorni dopo il trattamento ed è essenziale indossare sempre la protezione solare (SPF).

 

Altri peeling invece richiedono una precedente preparazione della pelle con determinati prodotti in modo da ottenere un risultato migliore. Sospendi l’uso di prodotti a base di retinolo una settimana prima del trattamento e riprendi ad utilizzarli una settimana dopo, potrebbero causare ipersensibilità.

 

Dopo un peeling chimico evitate prodotti contenenti profumo e oli essenziali in quanto potrebbero irritare la pelle. Sospendete l’utilizzo di detergenti aggressivi che contengono AHA e ingredienti antibatterici come l’acido salicilico. Optate invece per detergenti delicati e lenitivi per tre o quattro giorni. Tra il quarto e il quinto giorno potreste avvertire la pelle un po’ secca e pruriginosa, ma ad una settimana dal trattamento sarà più bella che mai. Se stai seguendo un ciclo di trattamenti, normalmente vengono scaglionati a due settimane di distanza per massimizzare i risultati.

 

Impariamo a conoscere gli Acidi

Ci sono tanti acidi diversi, ciascuno con le proprie caratteristiche. Alcuni potrebbero essere contenuti nel tuo detergente per il viso o nelle maschere che usi senza neanche sapere se sono effettivamente adatti alla tua pelle.

 

Alfa Idrossiacidi (AHA)

Gli AHA (Alfa Idrossiacidi) sono un gruppo di acidi di derivazione naturale comunemente usati nella cura della pelle. Sono fantastici per i segni dell’invecchiamento perché neutralizzano lo strato più esterno dell’epidermide (lo strato corneo).

  • Acido Lattico: ottimo per l’idratazione;
  • Acido Glicolico: ottimo esfoliante;
  • Acido Mandelico: oleoso, molecola antibatterica più grande del Lattico;
  • Acido Citrico: ottimo per la pigmentazione;
  • Acido Azelaico: utile anche per stimolare la crescita dei capelli;
  • Acido Cogico: ottimo per la pigmentazione.

Gli AHA non penetrano in profondità nella pelle perché sono solubili in acqua, il che li rende ottimi per lavorare lo strato corneo.

 

Beta Idrossiacidi (BHA)

In questo gruppo c’è solo un acido: l’Acido Salicilico.

Come gli AHA, questo esfolia e lavora per eliminare le cellule morte. E’ perfetto per il trattamento della pelle a tendenza acneica e i pori ostruiti.

  • Acido Salicilico: ottimo per l’esfoliazione e l’eliminazione delle cellule morte della pelle.

I BHA sono fantastici per penetrare i pori grassi e lavorare per esfoliarli. Sono solubili in olio, quindi possono davvero scavare in profondità. Ecco perché i BHA sono perfetti per la pelle grassa.

 

Glicolico

L’acido glicolico è l’alfa idrossiacido con la molecola più piccola ma è ampiamente utilizzato nella cura della pelle. Può dare una leggera sensazione di calore e arrossare la pelle più degli altri. Deriva dalla pianta della canna da zucchero, è incredibilmente efficace per penetrare lo strato più esterno della pelle. È un prodotto antietà a tutto tondo che esfolia, riduce le linee sottili e le rughe, uniforma il colorito, il tono della pelle e la consistenza. Ma attenzione rende la pelle sensibile al sole!

 

Lattico

L’acido lattico è più delicato, ma anche più idratante e migliore per il trattamento di tutti i tipi di pelle, comprese quelle secche e sensibili. Deriva dal latte e lavora per mantenere stabile la pelle. Fondamentalmente, scioglie la superficie della pelle per un’esfoliazione super delicata, lasciando la pelle morbida e luminosa.

 

Mandelico

L’acido mandelico è derivato dalle mandorle amare. Come gli altri AHA, è un potente acido esfoliante usato per sfoghi cutanei e cicatrici da acne, agisce sui danni provocati dal sole e uniforma la carnagione. Non penetra in profondità come l’acido glicolico, quindi è meno irritante e funziona bene come peeling. Funziona bene sui tipi di pelle grassa ed è un punto di riferimento per problemi di pigmentazione.

 

Salicilico

L’acido salicilico è ottimo per l’acne. È un ottimo esfoliante profondo e fantastico per liberare i pori. Deriva dalla corteccia di salice e funziona bene con le pelli dure e oleose. Scompone le cellule della pelle, le rimuove, rivelando un tono della pelle più uniforme. È utilizzato in concentrazioni più elevate come peeling per curare acne, cicatrici e danni dal sole.

 

Cosa aspetti? Prenota il tuo trattamento agli acidi personalizzato!

Lascia un commento: